Home / parata dell'orgoglio / The Craft: Legacy Costumista Avery Plewes | Colloquio

The Craft: Legacy Costumista Avery Plewes | Colloquio

The Craft: Legacy è un atto impressionante da seguire. Mentre la magia del classico originale degli anni ’90 non ha eguali, l’ultima aggiunta a Il mestiere la serie di film è una versione moderna della storia delle streghe adolescenti. Al di là dei temi dell’abbracciare il potere personale e del passaggio alla femminilità, il sequel della regista Zoe Lister-Jones esplora l’intersezionalità e la magia elementale, riflesse nello stile contemporaneo della congrega, creato dal costumista Avery Plewes.

“Penso che sia un processo spirituale per molte persone”, ha detto Plewes POPSUGAR alla domanda su cosa significa per lei la magia. “La magia consiste nell’abbracciare il tuo potere interiore e in una sorta di entrare in contatto con i tuoi desideri.” Plewes amava Il mestiere cresce e pensa che Lister-Jones abbia fatto “un ottimo lavoro nel creare personaggi unici che sono individui a tutti gli effetti”.

(lr) Tabby (Lovie Simone) Frankie (Gideon Adlon) Lily (Cailee Spaeny) e Lourdes (Zoey Luna) si fanno un selfie prima di partire per la festa in THE CRAFT: LEGACY della Columbia Pictures.

“Molte volte a Hollywood si vedono archetipi di ragazze giovani che si ripetono ancora e ancora”, ha detto. “L’originale Craft è stato uno dei primi film per adolescenti con un cast di sole ragazze che aveva tipi di personalità davvero diversi. Zoe Lister-Jones [the director] ampliato su questo e ha creato quattro nuovi personaggi che sono totalmente diversi ma hanno anche gli stessi principi fondamentali del cast originale, come la stessa bussola morale in molti modi. L’originale parlava di questi quattro tipi di emarginati che si ritrovano e creano un gruppo insieme. Questo è più di quattro individui che sono molto, molto diversi, che accettano il fatto di essere diversi dallo status quo e uniti in questo “.

“Questo è più di quattro individui che sono molto, molto diversi, che accettano il fatto di essere diversi dallo status quo e uniti in questo”.

Plewes ha fatto riferimento al film originale vestendo Lily (Cailee Spaeny), Tabby (Lovie Simone), Lourdes (Zoey Luna) e Frankie (Gideon Adlon) con girocolli, stivali da strega con lacci e giacche di pelle – visti in precedenza su Sarah (Robin Tunney), Nancy (Fairuza Balk), Bonnie (Neve Campbell) e Rochelle (Rachel True). Ma The Craft: Legacy detiene la sua posizione in cui Plewes ha avuto l’opportunità di tradurre gli elementi – terra, aria, fuoco, acqua – nel costume individuale di ogni strega.

(lr) Lourdes (Zoey Luna), Frankie (Gideon Adlon), Lily (Cailee Spaeny) e Tabby (Lovie Simone) esercitano i loro poteri in THE CRAFT: LEGACY della Columbia Pictures.

“L’elemento di Lily è l’acqua, quindi le perle che indossa rappresentano l’acqua, indossa principalmente il blu e il suo cristallo è l’acquamarina. Tabby è il fuoco, quindi il suo colore principale era l’arancione e molti blocchi di colore. Indossa anche molto rame, e ci sono alcuni motivi di fiamme nei suoi costumi. Penso che il primo giorno di scuola indossa una camicia con le fiamme e un altro giorno ha i calzini con le fiamme. E poi ogni ragazza aveva un cristallo, quindi quella di Tabby era una pietra solare. Lourdes è la terra, quindi il suo colore principale era il verde, la malachite era il suo cristallo, e indossava un sacco di plaid e velluto per rappresentare la terra “.

“Frankie è aria e il suo colore è viola”, ha continuato Plewes. “Il suo cristallo è ametista, e c’è una discreta quantità di bianco nel suo armadio. La giacca con le frange nella scena finale del film è un riferimento all’aria. Quando pensi all’aria, molte persone sarebbero eteree e gentili di molto sognante, ma volevo che fosse davvero molto caotico con il suo armadio. E quindi non indossa molti gioielli perché ha già tatuaggi sulle dita, e ho sentito che era abbastanza abbastanza “.

(lr) Tabby (Lovie Simone), Lourdes (Zoey Luna), Lily (Cailee Spaeny) e Frankie (Gideon Adlon) intenti a conversare in THE CRAFT: LEGACY della Columbia Pictures.

Oltre ai quattro elementi, il guardaroba della nostra nuova congrega ha toccato le esperienze intersezionali della femminilità. Lourdes, una strega trans, conferma con sicurezza che “anche le ragazze trans hanno la loro magia”. Tabby, come strega nera, ha un dialogo più onesto sulla razza rispetto a Rochelle nel primo film condividendo con la sua congrega altrimenti bianca che vorrebbe avere più amici neri. Con Lily, il centro del film, la vediamo giocare con l’espressione di genere attraverso il suo stile, che secondo Plewes è ispirato alle foto degli anni ’90 di star come Winona Ryder e Cate Blanchett con la testa rasata.

“Per [Lily], Ho guardato molte persone che si vestono in modo androgino “, ha detto Plewes.” Il mio primo incontro con Zoe [the director], abbiamo parlato di come, da ragazzina, quando scopri il tuo corpo e il tuo corpo sta cambiando, e sei al liceo e stai cercando di capire chi sei, il tuo armadio tende a cambiare molto e si evolve. A volte è molto maschile, a volte è molto femminile, a volte è molto androgino. Trovo anche molte volte a Hollywood che tu veda giovani donne molto unidimensionali come archetipi. E quindi è stato davvero importante per me che abbiamo visto questa giovane donna che sta cercando di trovare i suoi poteri all’interno della storia. Inoltre, lo vedi visivamente attraverso la sua esplorazione di diverse sagome. Questa è stata davvero la mia più grande ispirazione, solo la giovane adolescente che cercava di trovare se stessa “.

About admin

Check Also

The Undoing: chi ha ucciso Elena Alves?

Dopo settimane in cui siamo stati ai margini dei nostri posti cercando di capire il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *