Home / parata dell'orgoglio / Sydney Sweeney su Horror, Nocturne e il suo finale ambiguo

Sydney Sweeney su Horror, Nocturne e il suo finale ambiguo

Sydney Sweeney non ha paura delle sfide, ed è proprio questo che l’ha attratta da Blumhouse Notturno innanzitutto. Mentre molti riconoscono Sweeney come la popolare Cassie di Euforia, Notturno – che è stato presentato in anteprima il 13 ottobre su Amazon Prime Video – la vede come Juliet Lowe, una ragazza bloccata all’ombra della sua sorella gemella più talentuosa, Vivian. Quando Juliet scopre il misterioso taccuino di un compagno di classe morto, il suo talento presto eclissa quello di sua sorella, e si guadagna un posto nel concerto per anziani, anche se ha un prezzo sinistro.

La tensione è alta tra la Juliet di Sweeney e Vivian di Madison Iseman mentre la loro rivalità tra fratelli raggiunge il culmine. La loro chimica sullo schermo fa sembrare che si conoscano da sempre, e questo perché praticamente lo sanno. In un’intervista con POPSUGAR, Sweeney ha rivelato il motivo per cui la loro relazione sullo schermo ha un’atmosfera così realistica. “Madison ed io andavamo al liceo insieme, quindi eravamo amici da piccoli. Ci siamo sempre scontrati in tutto”, ha detto. “Eravamo così entusiasti di fare finalmente qualcosa insieme e giocare a sorelle. Poiché siamo amiche, è stato più facile per noi giocare con le emozioni l’una verso l’altra”.

“Anche se non stavo suonando le note effettive … mi sembrava di ballare con il piano.”

D’altra parte, tirare fuori la musicalità di Juliet non è stato un compito facile. Nonostante abbia preso lezioni di pianoforte quando era più giovane, Sweeney ha lavorato diligentemente con un istruttore di pianoforte due settimane prima delle riprese per incarnare pienamente la talentuosa Juliet. “Anche se non stavo suonando le note effettive, mi avrebbero riprodotto le tracce. Quindi, avrei dovuto imparare dove si trovavano quelle note, il tempismo e il movimento del mio corpo”, ha spiegato. “Ho memorizzato tutto, quindi mi sembrava di ballare con il pianoforte. Ho finito per comprare una tastiera e spero che forse un giorno sarò in grado di suonare davvero”.

“Penso di aver semplicemente attinto dalla mente di Juliet. Cerco di mantenere qualsiasi personaggio o progetto che sto facendo separato da altri progetti.”

Parte di NotturnoIl disagio deriva dall’ambiente del collegio. L’isolamento sociale di Juliet e la sua continua ricerca della perfezione evocano immagini di Suspiria. Sebbene Sweeney sia sempre stata una fan dell’horror, piuttosto che trarre ispirazione da altri film, ha approfondito la psiche del personaggio. “Penso di aver semplicemente attinto dalla mente di Juliet. Cerco di mantenere qualsiasi personaggio o progetto che sto facendo separato da altri progetti”, ha detto. “Sono sempre stato un grande fan dell’orrore e dei film di paura, ma non vado mai a basare i miei personaggi su qualcosa.”

Una delle più grandi domande che ci rimangono alla fine di Notturno è se c’è davvero qualcosa di soprannaturale al lavoro o se tutto è solo nella mente di Juliet. “L’ho suonato in modo soprannaturale perché è quello in cui credeva Juliet”, ha detto Sweeney. “Se il pubblico pensa che sia soprannaturale o pensa che sia una metafora della vita, dipende da loro cosa possono portare via”. Per quanto riguarda il finale ambiguo, indipendentemente dal fatto che Juliet si sacrifichi davvero e finisca morta su una scultura, Sweeney ha optato per qualcosa di un po ‘più realistico. “Personalmente, lo vedo come una metafora di come ha rinunciato a se stessa per essere in grado di eseguire questo solo di piano per cui ha lavorato così duramente.”

“Personalmente, lo vedo come una metafora di come ha rinunciato a tutta se stessa per essere in grado di eseguire questo assolo di piano per cui ha lavorato così duramente.”

Sembra che il 2020 sia stato l’anno di Blumhouse per quanto riguarda i film horror, in particolare con L’uomo invisibile, La bugiae, più recentemente, Notturno. Se Notturno guadagnerà lo status di icona di Blumhouse dai fan, come Esci, è ancora da vedere. “Esci ti fa pensare “, ha detto Sweeney riguardo al suo preferito personale di Blumhouse.” Ho dovuto guardarlo forse da cinque a dieci volte per capire completamente e veramente tutto. “Quello che è certo è che Notturno ti farà pensare. Quante volte ti ci vuole per capire tutto, però, dipende da te.

Fonte immagine: Tiziano Lugli

About admin

Check Also

Come utilizzare GroupWatch su Disney +

Disney + offre tantissimi contenuti divertenti, dai suoi classici film animati e documentari alle sue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *