Home / parata dell'orgoglio / Carly Cushnie chiude tristemente la sua etichetta omonima

Carly Cushnie chiude tristemente la sua etichetta omonima

Carly Cushnie sta chiudendo la sua etichetta omonima dopo 12 anni a causa di lotte commerciali durante la pandemia di coronavirus. Cushnie inizialmente aveva collaborato con Michelle Ochs per il marchio quando si chiamava Cushnie et Ochs, ma il duo si è separato nel 2018. Il DNA di Cushnie è sempre rimasto forte: era un’etichetta a cui guardavamo (e molte celebrità hanno scelto) per l’abbigliamento e gli eventi. Sfortunatamente, come ha notato Carly Cushnie Voga, “Realizzo vestiti per far uscire le persone e godersi la vita. Non realizzo abbigliamento da casa. Non avevo la capacità di cambiare improvvisamente e cambiare completamente ciò che fa il mio marchio. Questo richiede una grande spesa, per cambiare la direzione di un marchio. Che si tratti della categoria o del prezzo, è una grande impresa e non sono stato in grado di farlo “.

La potente lettera di Cushnie alla comunità della moda ha scatenato una conversazione più importante sul supporto dell’industria, che mancava sin dall’inizio. “Una delle grandi ironie dell’industria della moda è che mentre si rivolge e trae profitto dalle donne, non si è mai sentita come un’industria che le sostiene. Questo è particolarmente vero per le donne di colore”, scrive. Anche se menziona i suoi successi – ha avuto l’onore di vestire artisti del calibro di Michelle Obama e Beyoncé, è stata nominata membro del consiglio del CFDA ed è stata una delle prime designer donne nere a collaborare con Target – e sono estremamente indicative di la sua creatività e il suo talento, è solo una persona che combatte una battaglia più grande per una maggiore rappresentanza nella sua sfera.

“Sarebbe stato meglio se ci fosse stato più sostegno per le donne designer e le donne di colore nel settore”.

“Anche se il supporto aggiunto durante questo periodo è stato piacevole, sarebbe stato meglio se ci fosse stato più supporto per le stiliste e le donne di colore nel settore prima che tutti iniziassero a supportare i marchi di proprietà nera in modo così evidente negli ultimi mesi”, Cushnie detto Voga, mentre si tocca l’ondata riconoscimento del marchio che ha sperimentato con l’ascesa del movimento Black Lives Matter.

Cushnie ha firmato il suo messaggio all’industria della moda con una nota positiva: “Il desiderio di dare l’esempio per le giovani donne di colore è sempre stato una forza trainante nella mia carriera, e sono fiducioso e fiducioso che la distanza che ho percorso aiuterà per spianare la strada alla prossima generazione di talenti eterogenei. Essendo una delle poche donne designer nere a raggiungere questo livello di successo, sono sia umiliata che potenziata dal segno innegabile che ho lasciato.

Non abbiamo dubbi che la stessa Cushnie vedrà più successo nel settore, ovunque la porti il ​​suo percorso, ma sicuramente ci mancheranno i suoi look sulle passerelle e sul red carpet. È una delle uniche designer, secondo me, che è riuscita a soddisfare con successo il sex appeal con raffinata raffinatezza. Scorri verso il basso per vedere alcuni dei nostri look Cushnie preferiti nella storia recente, perché non c’è dubbio che dovrebbero essere celebrati, apprezzati e ricordati.

About admin

Check Also

I migliori cardigan di Gap

Mentre ci avviciniamo alle festività natalizie, una tendenza dell’autunno 2020 che regna sovrana è il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *